Banche di sviluppo: investimenti, razzie ed il fenomeno “land grabbing”

world_bank

Le cosiddette banche multilaterali di sviluppo da molti decenni giocano un ruolo centrale nell’economia degli stati in via di sviluppo e, per questo tramite, nell’economia mondiale. Tali banche sono delle istituzioni finanziarie internazionali con il compito di promuovere lo sviluppo (sostenibile, in teoria) di tipo economico, sociale ed istituzionale dei paesi meno ricchi del globo. Pensate per riequilibrare lo strapotere occidentale in materia economica, le banche di sviluppo si distinguono in “universali” (la Banca Mondiale, ad esempio) e “regionali” (come la Banca Inter-Americana di Sviluppo e la Banca Asiatica di Sviluppo), a seconda che esercitino le loro funzioni in tutto il mondo o all’interno dei confini di una determinata area geografica.

Continua a leggere